Affidamento condiviso

  • non significa che i genitori possono dividersi fra loro in parti uguali il tempo dei figli
  • significa garantire ai figli una relazione piena con entrambi i genitori

Il tempo che il minore trascorre con ciascun genitore non necessariamente deve ripartirsi in maniera paritaria, tuttavia la regolamentazione dei rapporti deve realizzare il diritto del minore ad una significativa relazione con entrambi i genitori, nonché il diritto di questi ad una piena realizzazione della loro relazione con i figli e all’esplicazione del loro ruolo educativo

Cass. civ. Sez. I, 13 febbraio 2020, n. 3652

Che differenza c’è tra affido condiviso ed esclusivo?
👉 è spiegato nelle nostre FAQ